Raccolta differenziata e rifiuti pericolosi

Raccolta differenziata e rifiuti pericolosi

Da ormai molti anni la raccolta differenziata è una realtà consolidata in Italia come nel resto del mondo.
Una corretta separazione dei rifiuti, infatti, contribuisce in modo significativo al mantenimento della salute del nostro pianeta e, di conseguenza, della nostra. Solo attraverso un atteggiamento responsabile si potrà, infatti, consegnare nelle mani delle nuove generazioni un luogo sicuro in cui vivere e crescere.
Che siano rifiuti casalinghi o frutto di un’attività industriale, è bene differenziare i vari materiali, per permettere alle aziende specializzate di separare gli scarti dai prodotti per cui è possibile procedere al riciclo.
Una particolare categoria a cui è necessario prestare particolare attenzione è, senza dubbio, quella dei rifiuti pericolosi, che impongono al cittadino il rispetto di regole ferree e precise, poiché la trasgressione di queste implicherebbe notevoli danni alla salute dell’uomo e dell’ambiente.

Cosa sono i rifiuti pericolosi

Con il termine rifiuti pericolosi si intende l’insieme di quei rifiuti che non può essere soggetto a semplice raccolta differenziata, poiché necessita di una speciale procedura di smaltimento.
Tali rifiuti possono essere il risultato di scarti prodotti in abitazione o attraverso processi industriali.
Sono considerati speciali o pericolosi i rifiuti gravemente inquinanti come, ad esempio, il petrolio o gli scarti chimici e metallurgici delle aziende operanti in differenti settori del mercato. Allo stesso modo, sono indicati come di pari pericolosità anche i rifiuti urbani come medicinali scaduti e pile esaurite.
I rifiuti pericolosi hanno, per loro natura, bisogno di essere sottoposti a trattamenti speciali, in grado di renderli innocui ed inoffensivi.

Gestione e smaltimento

Per gestire la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti pericolosi è necessario rivolgersi ad aziende specializzate, dotate di appositi impianti di recupero ed eliminazione.
I rifiuti cosiddetti urbani, di cui si è parlato precedentemente, devono essere separati dalla consueta raccolta differenziata e gettati in appositi contenitori di stoccaggio, dislocati in aree specifiche.
Per quanto riguarda i rifiuti speciali, invece, sono previste opportune aree dedicate al deposito temporaneo, in attesa del processo di smaltimento o riciclaggio. Si ricorda che tali porzioni di terreno devono necessariamente essere contrassegnate, al fine di rendere riconoscibile la presenza di sostanze nocive e pericolose.
Dal deposito, con cicli periodici, i rifiuti pericolosi vengono smaltiti in adeguate strutture, che eliminano definitivamente le sostanze e la loro pericolosità. Ecologia Oggi Spa è considerata un’azienda leader nel settore dello smaltimento dei rifiuti pericolosi del sud Italia. Attraverso il lavoro di centinaia di operatori in tutta la Calabria, la società riesce a rendere un grande servizio in materia di raccolta differenziata e rifiuti speciali.
Se hai bisogno dei servizi di Ecologia Oggi o vuoi semplicemente richiedere informazioni di carattere generale, visita la sezione dedicata e mettiti in contatto con i professionisti dell’azienda.



Contenuti editoriali a cura di PAGINE Sì! S.p.A.