Cos’è un impianto di termovalorizzazione

Home / News / Cos’è un impianto di termovalorizzazione
Cos’è un impianto di termovalorizzazione

L’innovazione tecnologica va a braccetto con il tema della raccolta differenziata. L’umanità è davanti ad un importante bivio che, tra riscaldamento climatico e ricerca di nuove fonti di energia, potrebbe rispondere allo stato di salute della terra per i prossimi secoli. La scienza fa di tutto per cercare un combustibile capace di sostituire il petrolio, fonte non rinnovabile ed inquinante. Lo smaltimento dei rifiuti può rispondere al quesito: come produrre energia? Un impianto di termovalorizzazione ha la doppia funzione di smaltire i rifiuti e produrre energia. Ecologia Oggi si occupa della gestione dell’impianto di termovalorizzazione WTE di Gioia Tauro, in provincia di Reggio Calabria.

Come funziona l’impianto di termovalorizzazione

Sono le alte temperature il primo elemento da tenere in considerazione quando si parla di termovalorizzazione. I materiali impiegati nel processo di termovalorizzazione sono i rifiuti solidi urbani e i rifiuti speciali. Alcuni rifiuti non sono utilizzabili: stiamo parlando dei cosiddetti “inerti”, quelli che vengono prodotti dalle costruzioni o dalle demolizioni. Sono non combustibili anche quei rifiuti che hanno un valore di recupero: la frazione umida, il vetro, i metalli. I materiali di scarto raccolti con la differenziata vengono smistati nelle singole categorie: carta, plastica, organico, vetro.

La normativa sugli impianti di termovalorizzazione

Gli impianti di termovalorizzazione non solo bruciano i rifiuti ma creano anche energia. Dal 1997 in Italia esiste l’obbligo per gli impianti di termovalorizzazione di produrre energia. Il processo di termovalorizzazione vede spesso la creazione di vapore, che viene utilizzato per la produzione di energia elettrica. In alcune realtà, inoltre, questi impianti vanno ad alimentare il teleriscaldamento, pratica che permette l’arrivo nelle case dell’acqua calda. I termovalorizzatori presenti in Italia sono circa 50.

L’energia elettrica prodotta con il processo di termovalorizzazione è considerata in Italia come fonte rinnovabile. Aiutare alla raccolta differenziata permette di creare un ciclo virtuoso dello smaltimento dei rifiuti. Ecco perché è importante partecipare attivamente al conferimento dei rifiuti nella maniera la più corretta possibile: la salute del territorio e degli uomini passa anche da un uso corretto delle materie. Recuperare correttamente ogni singolo elemento significa alimentare un processo di smaltimento che aiuta l’ambiente. Ecologia Oggi è impegnata per la sua salvaguardia e per il recupero a norma di legge dei rifiuti, con la possibilità della realizzazione di bonifiche nei territori inquinati.